Lotta alla zanzara – distribuzione di pastiglie antizanzara larvicida anno 2024

Dettagli della notizia

Lotta alla zanzara - distribuzione di pastiglie antizanzara larvicida anno 2024

Data:

07 Maggio 2024

Tempo di lettura:

Descrizione

Si potranno ritirare gratuitamente in Comune.
Il Comune di Salgareda distribuirà gratuitamente una confezione di pastiglie larvicida antizanzare ad ogni famiglia residente a Salgareda proprietaria di almeno uno scoperto da trattare.
Le pastiglie si potranno ritirare presso l’Ufficio Tecnico del Comune di Salgareda nel seguente giorno in questi orari:
tutti i mercoledì dalle ore 11:30 alle ore 12:30 e dalle ore 15:00 alle ore 16:00
Ogni famiglia riceverà una confezione contenente 10 compresse. Grandi poco più di un’aspirina queste soluzioni contengono una molecola che impedisce alle larve di trasformarsi in zanzare adulte.

Come va utilizzato il prodotto larvicida
Quando le temperature superano i 24-25 gradi occorre inserire una pastiglia del prodotto larvicida in ogni tombino o caditoia presente nel proprio cortile. I tombini privi di acqua o ermeticamente chiusi non vanno trattati, occorre invece immettere il prodotto anche nei pozzetti di raccolta delle grondaie se non sono ben sigillati. Il trattamento va ripetuto una volta circa ogni 4 settimane fino alla fine di settembre (quindi minimo 4 trattamenti). Anche i periodi di assenza devono essere coperti dall’azione del prodotto, è quindi necessario eseguire il trattamento prima di partire; non è necessario ripetere il trattamento dopo la pioggia, tranne nel caso in cui le precipitazioni siano particolarmente abbondanti e/o ripetute frequentemente nel tempo. Occorre avere cura che la compressa raggiunga l’acqua e non si fermi sulle foglie spesso presenti sulla superficie dell’acqua stessa. Il prodotto va tenuto lontano dalla portata dei bambini; nel caso venga ingerito contattare il proprio medico curante o un centro antiveleni.

Cosa fare
- trattare regolarmente i tombini in aree private con appositi prodotti larvicidi;
- eliminare i sottovasi o altri contenitori e, ove non sia possibile, svuotarli regolarmente per evitare il ristagno di acqua al loro interno;
- verificare che le grondaie siano pulite e non ostruite;
- coprire le cisterne e tutti i contenitori dove si raccoglie l’acqua piovana con coperchi ermetici, teli o zanzariere ben tesi;
- tenere pulite fontane e vasche ornamentali, eventualmente introducendo pesci rossi che sono predatori delle larve di zanzara.

Cosa non fare
- accumulare contenitori  e qualsiasi altro materiale che può raccogliere e contenere anche piccole quantità di acqua stagnante;
- lasciare che l’acqua ristagni sui teli utilizzati per coprire cumuli di materiale e legna;
- lasciare gli annaffiatoi e i secchi con l’apertura verso l’alto;
- lasciare le piscine gonfiabili e altri giochi pieni di acqua per più giorni.

In allegato si possono scaricare degli utili opuscoli informativi per la lotta e contrasto alla zanzara

CLICCA IN QUESTO LINK PER ESSERE INDIRIZZATO ALLE INFORMAZIONI COMPLETE SUL SITO DELLA REGIONE VENETO

Ultimo aggiornamento: 07/05/2024, 09:27

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2
Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?1/2
Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2
Inserire massimo 200 caratteri