Regione Veneto

Comune di Salgareda
Portale istituzionale

Seguici su

INDAGINE PER LA MANIFESTAZIONE D’INTERESSE PER LA GESTIONE DEI CENTRI ESTIVI PER MINORI PRESSO LE STRUTTURE DEL COMUNE DI SALGAREDA RIVOLTI AI BAMBINI DELLA SCUOLA DELL’INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA

Pubblicata il 12/05/2022

INDAGINE PER LA MANIFESTAZIONE D’INTERESSE PER LA GESTIONE DEI CENTRI ESTIVI PER MINORI PRESSO LE STRUTTURE DEL COMUNE DI SALGAREDA RIVOLTI AI BAMBINI DELLA SCUOLA DELL’INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO – TRIENNIO 2022/2024.
 
 
Art. 1 - Finalità dell'avviso
 
            Il Comune di Salgareda intende promuovere attività estive rivolte ai bambini della fascia 3-14 anni residenti nel territorio comunale, prevedendo due tipologie di servizio:
a) per i bimbi che hanno frequentato la scuola dell'infanzia (3-6 anni),
b) per i bambini che hanno frequentato la scuola primaria (6-11 anni) e la scuola secondaria di primo grado (12-14).
            A tal fine mette a disposizione dei soggetti che intendono proporsi per la gestione di centri estivi nelle estati dell’anno 2022, 2023 e 2024 alcuni locali e risorse per favorire l'organizzazione delle attività nel territorio comunale.
 
Per favorire la massima trasparenza, tempestività, pubblicità e libera concorrenza alla gestione del servizio, il Comune di Salgareda, non procederà ad una selezione delle manifestazioni di interesse. Pertanto tutti soggetti saranno automaticamente ammessi alla presentazione delle proposte progettuali, secondo le modalità e il termine di seguito specificati.
 
            Il Comune di Salgareda, mediante la selezione dei progetti individuerà il soggetto con il quale stipulare apposita convenzione per il triennio 2022/2024, concedendo al richiedente l’uso gratuito di locali, attrezzature e spazi comunali e prevedendo l’assegnazione di un contributo forfettario pro capite per bambino frequentante e residente a sostenimento delle spese organizzative del centro estivo che andrà a ridurre la quota a carico dell’utente residente a Salgareda, nel limite massimo di € 8.000,00 annui.
 
Art. 2 - Requisiti di partecipazione
 
            Il presente avviso è rivolto ad Associazioni di promozione sociale, culturali o sportive, Cooperative Sociali, Organismi non lucrativi di utilità sociale o altri soggetti del terzo settore, singolarmente o in raggruppamento che abbiano realizzato, per almeno due stagioni negli ultimi cinque anni, centri estivi, o altri servizi educativi/ricreativi similari, rivolti ai minori della fascia 3-14 anni.
 
            In caso di Associazione Temporanea l'esperienza può essere posseduta anche solo da uno dei soggetti raggruppati.
 
            I soggetti interessati a partecipare al presente avviso non dovranno trovarsi in nessuna delle condizioni che determinino l'esclusione dalle procedure selettive e/o incapacità a contrarre con la Pubblica Amministrazione previste dalla legislazione vigente e dalle disposizioni antimafia.
 
Art. 3 - Tipologia e caratteristiche dei servizi
 
            I centri estivi dovranno essere rivolti a bambini, anche non residenti, appartenenti alla fascia d’età 3-14 anni e realizzati nel mesi di Giugno/Luglio/Agosto/Settembre, (periodo tra fine anno scolastico ed inizio del nuovo) dell’anno di riferimento, anche non continuativamente.          
Il corretto rapporto educativo bambini/ragazzi/animatori, sarà stabilito anche in seguito all’emanazione di eventuali linee guida da parte della Regione Veneto e/o della Conferenza dei Sindaci dell’Azienda Ulss2 Marca Trevigiana.
Quanto sarà stabilito dagli Organi succitati sarà inderogabile poiché dovranno essere messe in atto tutte le garanzie, le procedure e le prescrizioni contenute nelle linee di indirizzo.
Dovranno essere accolte con priorità le richieste di inserimento di minori con certificazione di disabilità (frequentanti la scuola dell'obbligo fino al termine del ciclo della scuola secondaria di primo grado, indipendentemente dalla loro età) con la presenza di un OSS per l’orario di permanenza nella struttura o di una persona dedicata.
            In caso di sovrannumero rispetto ai posti disponibili determinati dal contingentamento del numero dei bambini/ragazzi presenti in struttura e degli spazi a disposizione, vengono stabilite le seguenti priorità di accesso:
- bambini/ragazzi residenti nel Comune di Salgareda;
- nuclei familiari monoparentali con genitore lavoratore;
- minore figlio di genitori lavoratori e assenza di rete parentale a supporto;
- minore figlio di genitori entrambi lavoratori;
- fratelli e sorelle in età 3 – 14 anni.
 
Art. 4 - Impegni del soggetto gestore
 
            Il soggetto convenzionato con il Comune di Salgareda, per la realizzazione e la gestione delle attività estive, assume a proprio carico i seguenti impegni:
 
  • svolgere l’attività di pubblicità e promozione dei centri estivi, provvedere in proprio alla raccolta delle iscrizioni individuando le modalità di riscossione delle quote di partecipazione da parte delle famiglie dei bambini/ragazzi. Il rapporto contrattuale si instaurerà esclusivamente tra la famiglia del partecipante ai centri estivi ed il soggetto che organizza e gestisce i centri, che è, e rimane, il solo responsabile dell’andamento dell’iniziativa;
  • svolgere le attività educative e/o ricreative con personale proprio, nel rispetto delle direttive nazionali e regionali  in materia di organizzazione e gestione dei servizi dedicati ai minori;
  • garantire i servizi,  ausiliari necessari per lo svolgimento delle attività (apertura e chiusura, riordino e pulizia dei locali concessi e sanificazione). Al termine delle attività i locali dovranno essere riconsegnati al Comune in perfette condizioni igienico-sanitarie; il materiale per la pulizia e la sanificazione è a carico del soggetto gestore;
  • dotarsi di idonea copertura assicurativa per responsabilità civile per danni a persone o cose e per infortuni degli utenti e dei propri operatori;
  • impegnarsi a mettere in atto, eventualmente, tutte le garanzie, le procedure e le prescrizioni contenute  nelle disposizioni emanate dagli organi competenti, comunali, regionali e/o statali, con riferimento alla situazione sanitaria del momento di svolgimenti dell’attività; tale impegno è inderogabile e non potrà essere oggetto di adempimento parziale o insufficiente pena la revoca della concessione dei locali e l'immediata sospensione delle attività;
  • garantire il rispetto ai sensi del Regolamento GDPR n. 679/2016 in materia di protezione dei dati e in particolare la riservatezza assoluta relativamente a tutte le informazioni ed ai documenti acquisiti nel rapporto con gli utenti, riservando le comunicazioni ed il trattamento di problematiche individuali con il personale incaricato del Comune;
  • essere in regola con le norme in materia di prevenzione, protezione e sicurezza del lavoro contenute nel T.U. 81/2008 con riferimento al personale impiegato;
  • impegnarsi, a versare una cauzione preventiva pari ad € 1.000,00=, secondo le modalità che verranno indicate dagli Uffici Comunali competenti, per eventuali interventi di manutenzione di ripristino per danni verificatesi nel periodo di utilizzo, con l'obbligo di coprire l'intero costo del danno se superiore all'importo della cauzione; nel caso di utilizzo tale cauzione dovrà essere ripristinata prima dell’inizio del successivo periodo di attività;
  • garantire, se richiesta, in linea con quanto esprime la Legge 104/92, l'accoglienza di minori diversamente abili e impegnarsi a realizzare, per quanto possibile, un percorso di positiva integrazione e valorizzazione dell'autonomia e delle specificità di ogni bambino/ragazzo in collaborazione con l’eventuale personale di sostegno;
  • iscrivere tutti i bambini senza discriminazione di sesso, razza o religione;
  • fornire l'elenco dettagliato dei bambini frequentanti (residenti e non), suddiviso per settimane di attività, con l’indicazione delle tariffe applicate;
  • utilizzare la propria organizzazione per la realizzazione dell'intera attività sia sul piano progettuale che amministrativo ed organizzativo (ivi compresa la riscossione delle quote di iscrizione) senza alcun onere o responsabilità in capo al Comune di Salgareda.
 
Art. 5 - Impegni del Comune
 
            A sostegno dei centri estivi di cui al presente avviso, per tutto il periodo di funzionamento degli stessi, il Comune favorisce e sostiene il progetto selezionato attraverso:
- la concessione gratuita di proprie sedi o parti di esse, sotto evidenziate a titolo esemplificativo: ambienti per le mense, palestre, spazi esterni, struttura polivalente con cucine, palazzetto dello sport, locali scuola primaria e secondaria, campi sportivi ed eventuali altre;
- l’erogazione di contributo nella misura massima di € 8.000,00 sotto forma di contributo forfettario pro capite per bambino frequentante e residente.
 
Art. 6 - Modalità e termini di presentazione dei progetti e criteri di valutazione
 
            I soggetti che intendono partecipare alla selezione dovranno far pervenire la propria istanza di partecipazione, contenente le attestazioni richieste nel modulo allegato.
           
Dovranno essere inoltrate con l’istanza di partecipazione:
 
  • copia dell'Atto Costitutivo e dello Statuto in caso di Associazione o soggetto non iscritto alla competente Camera di Commercio o all'Albo delle Cooperative Sociali; in caso di iscrizione a tali elenchi ufficiali sarà necessario indicare nell'istanza gli estremi di iscrizione;
  • curriculum del soggetto partecipante contenente le attività e i servizi svolti nell'ultimo quinquennio;
  • progetto di gestione e realizzazione del centro estivo che si intende proporre  secondo le indicazioni sotto riportate.
 
 
Dovranno essere presentati due distinti progetti (uno per la fascia della scuola dell'infanzia e uno per la fascia della scuola primaria – Secondaria primo grado), che dovranno pervenire all’ufficio protocollo del Comune entro e non oltre le ore 12.30 del giorno 24 maggio 2022 a mezzo PEC all’indirizzo comune.salgareda.tv@pecveneto.it o mail non non pec all’indirizzo protocollo@comune.salgareda.tv.it o a mezzo raccomandata (fa fede la data e l’ora  di ricevimento dell’ufficio protocollo) o a mano negli orari di apertura al pubblico dell’ufficio.
 
            I progetti dovranno evidenziare, in maniera dettagliata e distinta le attività educative, ricreative e/o sportive proposte e le strategie organizzative che si intendono adottare.
     In particolare dovranno essere evidenziati:
  • le attività proposte, gli spazi da utilizzare e ogni altro elemento utile a descrivere il progetto;
  • indicazione del numero minino di ragazzi per tipologia di progetto per poter avviare lo stesso ed indicazione del numero massimo di ragazzi che potranno accedere al centro estivo per ciascun progetto;
  • le modalità di raccolta delle iscrizioni, di accoglienza e riconsegna dei bambini, di relazione  e informazione dei genitori;
  • le modalità di coinvolgimento e integrazione di bambini/ragazzi diversamente abili eventualmente inseriti nelle attività estive;
  • gli strumenti di verifica del servizio svolto e di rilevazione della soddisfazione dell'utenza;
  • il periodo di durata del centro estivo, giorni e orari di apertura con eventuali moduli solo mattino, mattino + pranzo, solo pomeriggio o giorno intero;
  • proposte innovative e sperimentali anche in relazione a sinergie e raccordo con realtà presenti sul territorio;
  • piano economico dell'iniziativa, comprendente l'indicazione dei costi di massima e della quota settimanale a carico degli utenti in base alla tipo di frequenza scelta, con eventuali riduzioni e/o agevolazioni; costo del pre-post scuola se previsto; costi per eventuali attività extra nei limiti di quanto indicato nel precedente art. 3;
  • quota di contributo, sul limite massimo annuale di € 8.000,00, a carico del Comune per la compartecipazione alle rette settimanali di frequenza riferite ai soli bambini residenti;
  •  il numero e le caratteristiche del personale che si intende impiegare, il rapporto numerico animatori/bambini, il percorso di formazione degli animatori;
  • curriculum del Referente del Progetto, che dovrà avere un'esperienza nel servizio almeno triennale.
 
            La Commissione di valutazione delle istanze pervenute che procederà ad assegnare un punteggio (massimo punti 100) tenendo conto dei seguenti elementi:
a)        qualità del progetto educativo e/o di animazione proposto: massimo punti 40. La commissione a propria discrezione assegnerà un punteggio tenendo conto della varietà di attività proposte (educative, ludiche, sportive, creatività e laboratori) e della rispondenza del progetto alle diverse fasce d’età, delle modalità di rapporto con le famiglie, di eventuali specifiche professionalità del personale impiegato, eventuali attrezzature messe a disposizione (ad es. giochi, strutture gonfiabili o assemblabili, supporti multimediali, strumenti e supporti educativi, ecc.).
b)        articolazione oraria giornaliera e periodi settimanali di apertura: massimo punti 20. La commissione valuterà le modalità di organizzazione delle settimana tipo e delle giornata tipo e le diverse opzioni di accesso giornaliero offerto alle famiglie, premiando la flessibilità di accesso al servizio.
c)         tariffe applicate: massimo punti 20. Saranno premiate le proposte più favorevoli all'utenza.
d)        contributo richiesto al Comune a titolo di compartecipazione: massimo punti 10. Si assegnerà un punteggio in proporzione con i limiti di 10 punti per attività senza richiesta di contributo e 0 punti in caso di contributo pari al limite massimo
e)        proposte innovative e sperimentali anche in relazione a sinergie e raccordo con realtà presenti sul territorio, senza oneri aggiuntivi per il Comune: massimo punti 10
 
Verranno esclusi i progetti che non conseguiranno una valutazione minima di almeno 60/100.
 
Sarà stilata una graduatoria dei progetti presentati sulla base del punteggio complessivo ottenuto.
In relazione a tale graduatoria si procederà ad assegnare al primo classificato le sedi indicate nell'istanza di partecipazione.
 
L'Amministrazione si riserva la facoltà di assegnare le sedi anche tenendo conto del tipo di servizio educativo/ricreativo offerto in relazione alle caratteristiche delle strutture disponibili.
 
Il Comune di Salgareda si riserva la facoltà, in sede di convenzione, di richiedere modifiche al progetto finalizzate alla migliore integrazione dello stesso con i servizi messi a disposizione dall'Ente e/o comunque presenti nel territorio a sostegno delle attività estive.
 
E’ in ogni caso facoltà dell'Amministrazione di non procedere ad alcuna concessione qualora nessun progetto risulti idoneo in relazione all’oggetto del presente avviso.
 
L’esito della selezione sarà comunicato al soggetto selezionato entro il giorno 31 maggio 2022 a mezzo PEC o altro recapito indicato nel progetto.
 
 
Art. 7 - Controllo del servizio
 
            Il Comune si riserva la facoltà di verificare in qualsiasi momento l'andamento del servizio ed il rispetto dell'accordo sottoscritto, anche sulla base delle segnalazioni pervenute dall'utenza. Il soggetto gestore dovrà collaborare rendendo accessibile ogni documentazione utile relativa all'attività svolta.
            Qualunque contestazione o vertenza sorta tra le parti e non composta amichevolmente, dovrà essere risolta nelle forme e nei modi previsti dalla legge.
 
Art. 8 - Tutela della privacy
 
            Il soggetto gestore è titolare del trattamento dei dati di qualsiasi natura concernenti gli utenti fruitori dei centri estivi organizzati dallo stesso e le loro famiglie, conferiti direttamente dal Comune e/o dai diretti interessati. I dati dovranno essere trattati nel rispetto delle disposizioni del Regolamento GDPR n. 679/2016 in materia di protezione dei dati, con particolare riferimento alla liceità, alla correttezza, alla riservatezza ed all'adozione delle prescritte misure di sicurezza. Qualsiasi utilizzo e/o trattamento improprio o non conforme alle prescrizioni normative comporterà la piena ed esclusiva responsabilità del soggetto gestore dei centri estivi.
 
Art. 9 - Informazioni complementari
 
            L’accordo per il progetto verrà sottoscritto dal Responsabile della 1^ Area Organizzativa Servizio competente a cui farà seguito la firma della relativa convenzione tramite scrittura privata. La concessione potrà essere revocata in qualsiasi momento con atto dirigenziale nel caso in cui venga meno, a seguito di verifica, la sussistenza dei requisiti elencati all'art. 2 nonché in caso di grave violazione degli impegni assunti ai sensi dell'art. 4 del presente bando.
            Con riferimento alle dichiarazioni presentate dai concorrenti, si richiama l'attenzione sulla responsabilità penale del dichiarante (art. 76 del D.P.R. 445/2000) in caso di dichiarazioni mendaci.
            Eventuali informazioni possono essere richieste al Responsabile del Procedimento dott.ssa Paola Pillon (tel. 0422-747013 – mail: protocollo@comune.salgareda.tv.it).

Allegati

Nome Dimensione
Allegato centri-estivi-2022 2024-domanda-di-partecipazione.doc 38 KB
Allegato manifestazione interesse centri estivi.docx 47.92 KB

Categorie Evidenza
torna all'inizio del contenuto